Napoli, Villa Floridiana: “A piedi nudi nel parco” quinta edizione

Dal 26 al 28 maggio, torna il festival “A piedi nudi nel parco” una manifestazione di danza e di musica dal vivo nella Villa Floridiana, giunta alla sua V edizione. Si riprendono le attività, dopo una pausa di due anni, dovuta ai lavori realizzati per il restauro della palazzina che ospita il museo e la messa in sicurezza dell’area delle Serre nel Parco. Un festival molto partecipato e amato da grandi e piccini che da quest’anno sarà organizzato dal Circuito Campano della Danza, sempre con la direzione artistica delle due danzatrici e coreografe Simona Lisi e Maria Grazia Sarandrea. Il festival ha dall’inizio avuto un concept molto coinvolgente, abbinando le arti del corpo e l’immersione nell’ambiente naturale con uno stretto dialogo tra pubblico e artisti. Infatti si svolge interamente alla luce del sole senza le luci artificiali e propone spettacoli di danza contemporanea, etnica e lezioni aperte a tutti, proprio per avvicinare più persone possibili all’arte della danza. Le direttrici artistiche promuovono infatti il pensiero che la danza debba tornare ad essere un’arte necessaria alla portata di tutti, proprio come la musica. E in effetti spesso la musica è l’altra arte che fa da padrone nel festival. Artisti come Riccardo Veno, Oscar Bonelli, Marco Schiavoni, Arcangelo Michele Caso hanno negli anni creato set musicali live altamente ispirati. Anche quest’anno il festival si svolge grazie alla collaborazione del Polo museale della Campania, del Museo Duca di Martina nella Villa Floridiana e del Comune di Napoli.
Questo il programma, studiato per far conoscere diverse forme di espressione della danza.
Si comincia venerdì 26 alle 17.00 con uno spettacolo di Danza araba della danzatrice Halima e a seguire lezione aperta a tutti.
Sabato 27 doppio appuntamento al mattino ore 11 un’occasione davvero unica di conoscere l’ antico teatrodanza indiano Kutyattham con una dimostrazione tra spettacolo e conferenza e una breve lezione introduttiva della coreografa romana Giovanna Summo.
Alle ore 17 appuntamento con la danza contemporanea con Human Bodies, un progetto a cura di Artgarage con diversi coreografi per giovanissimi e talentuosi danzatori campani.
A seguire lezione di movimento somatico, una tecnica che parte dall’anatomia corporea per esplorare il movimento in modo creativo con Simona Lisi.
La mattina di domenica 28, infine, lezione di danza e musica dal vivo (ore 11) con Maria Grazia Sarandrea (nella foto), accompagnata dal ritmo e le sonorità cubane del musicista napoletano Giovanni Imparato.
Non resta che immergersi con il proprio corpo nella natura, assaporando le varie proposte di questo bel festival nell’ ultimo week end di maggio. Tutti eventi sono a ingresso libero. Per il pubblico partecipante è possibile effettuare una visita guidata gratuita del Museo Duca di Martina il sabato e la domenica mattina.
Info: tel 081 5787949 h 10/15 – Email: cdtm@libero.it; apiedinudi.festival@gmail.com

Nessun commento

Rispondi