elisabetta testa / 28.05.2017

L’avvento della compagnia dei Balletti Russi determina il momento capitale della rinascita della danza nel Novecento. Il suo debutto, il 18 maggio 1909 al Théâtre du Châtelet di Parigi, fu un vero e proprio avvenimento, tanto che la danza si divide in due periodi: prima e dopo i Balletti Russi. Sergej Djagilev, carismatico impresario della compagnia, era un uomo intraprendente, un organizzatore geniale, appassionato dell’arte in generale ed in particolare della musica e del balletto. Concepiti come la sintesi vivente di tre arti: musica danza e pittura, i Balletti Russi non potevano non sorprendere per la loro innovazione rispetto ai canoni classici...

elisabetta testa / 26.05.2017

Dal 26 al 28 maggio, torna il festival “A piedi nudi nel parco” una manifestazione di danza e di musica dal vivo nella Villa Floridiana, giunta alla sua V edizione. Si riprendono le attività, dopo una pausa di due anni, dovuta ai lavori realizzati per il restauro della palazzina che ospita il museo e la messa in sicurezza dell’area delle Serre nel Parco. Un festival molto partecipato e amato da grandi e piccini che da quest'anno sarà organizzato dal Circuito Campano della Danza, sempre con la direzione artistica delle due danzatrici e coreografe Simona Lisi e Maria Grazia Sarandrea. Il...

elisabetta testa / 26.05.2017

Il suo nome è legato ad una nuova forma di danza che, lontana dal virtuosismo del balletto classico di fine Ottocento, cercava nuove strade. Isadora Duncan nacque a San Francisco il 26 maggio 1877 ma ottenne un grande successo in Europa dove sbarcò nel 1903 con tutta la sua famiglia, dopo la morte del padre. Da giovane studiò danza classica ma ben presto si ribellò alle varie costrizioni che quella tecnica imponeva. Così, liberandosi di scarpette e corsetti, cominciò a lavorare su se stessa per arrivare ad un tipo di movimento nuovo e libero, ispirato da una sua personale idea della danza...

elisabetta testa / 25.05.2017

Ritornare a Napoli, la sua città, è sempre un’emozione forte nel cuore. Danzatore, coreografo e…’persona curiosa’, aggiunge sorridendo, da cinque anni si è trasferito a Torino. Trentaquattro anni, intelligenza profonda e grande capacità comunicativa, Gabriel Beddoes ha tutta l’esperienza necessaria per vestire i panni del protagonista nel progetto Trentesimo, a cura della Banca Sanpaolo, in giro per l’Italia fino a fine giugno. Senza preamboli parla a ruota libera delle sue idee, dei suoi pensieri, con entusiasmo irrefrenabile e una sensibilità nascosta ed avvolgente: “Negli ultimi anni si è resa sempre più necessaria un’apertura, la danza non è sufficiente. Qualsiasi tipo...

elisabetta testa / 24.05.2017

Assumere nuovamente la Direzione del Corpo di Ballo scaligero è per me un grande onore e sarà dunque sempre più forte il mio impegno a rispettare la gloriosa storia di questa Compagnia e proiettarne al meglio nel futuro le qualità e il valore artistico. Trovare il giusto equilibrio tra una tradizione che abbiamo il dovere di preservare e tramandare alle generazioni future, e la necessaria apertura alle nuove voci che animano la scena internazionale è stata la mia prima preoccupazione nel programmare questa Stagione, che vede sette appuntamenti ma nove titoli, essendo una serata strutturata a trittico, con importanti riprese...

elisabetta testa / 24.05.2017

Un lungo percorso al Teatro Bolscioi di Mosca, dalla scuola alla compagnia, prima di girare il mondo dall’Europa all’America, all’Australia, in qualità di maître de ballet. L’incontro che gli ha cambiato la vita è stato quello con Rudolf Nureyev, al Teatro alla Scala, negli anni in cui la danza faceva sognare, tra miti e leggende planetarie. Serio, rigoroso, autorevole, bello e affascinante, Andrei Fedotov ha tanto raccontare e lo fa con un garbo singolare che accompagna la sua prestigiosa esperienza professionale. E’ un brillante raffinato in un mare di confusione e, molto spesso, approssimazione. Maestro, mi racconta com’è nata la sua...

elisabetta testa / 23.05.2017

Bella, versatile, con un corpo longilineo e una tecnica strepitosa, non a caso è tra le partner preferite di Roberto Bolle. Alicia Amatriain, spagnola, ha un carattere allegro e solare e il pubblico la accoglie ogni volta con tutto il calore e il rispetto che merita la sua grande qualità artistica. Nata a San Sebastian, ha seguito il suo percorso professionale a Stoccarda, dove dal 2002 è prima ballerina. Interprete di spicco di tutti i ruoli del repertorio classico, è la musa ispiratrice di molti coreografi contemporanei che l'hanno scelta per nuove creazioni. Si è trasferita molto presto a Stoccarda per...

elisabetta testa / 23.05.2017

Dopo lo straordinario debutto di sabato 20 maggio accompagnato da 19 minuti di applausi e la prima replica di domenica 21, proseguono da stasera, 23 maggio e fino al 1 giugno le recite della nuova creazione di Mauro Bigonzetti: Progetto Haendel. Protagonisti, accanto al corpo di ballo, le due étoiles  Svetlana Zakharova e Roberto Bolle (ph. Brescia e Amisano), ancora in scena nelle serate del 23 e 24 maggio....

elisabetta testa / 23.05.2017

Nata a Napoli l’11 maggio 1817 fu allieva di Salvatore Taglioni e Pietro Hus al Teatro San Carlo, dove riscosse i suoi primi successi, poi ripetuti in altri importanti teatri italiani, in particolare alla Scala di Milano dove fu prima ballerina a partire dal 1838. Illuminata da un fascino particolare, proprio a Milano raggiunse momenti di grandissima popolarità al punto da far nascere un partito “cerretista” che si contrapponeva a quello dei “taglionisti”. Questo anche se il suo aspetto di tipica bellezza meridionale, calda e sensuale, poteva apparire agli antipodi di Maria Taglioni, eterea silfide. Dotata di una tecnica formidabile, Fanny Cerrito...

elisabetta testa / 16.05.2017

Un’esplosione di creatività ha caratterizzato la messa in scena, in prima assoluta al Teatro San Carlo, del balletto Alice nel paese delle meraviglie (ph.Francesco Squeglia) nella versione coreografica di Gianluca Schiavoni. La storia si presta a mille soluzioni in cui l’immaginario personale e collettivo può spaziare in lungo e in largo senza soluzione di continuità ma il viaggio avventuroso e pieno di sorprese della bambina curiosa e incantata più famosa delle favole, trova una splendida realizzazione in questa edizione. La grande forza dello spettacolo è certamente l’uso costante di video-proiezioni ideate da Sergio Metalli – un vero maestro del settore...


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.elisabettatesta.it/home/wp-content/themes/bridge/includes/pagination/pagination.php on line 6