elisabetta testa / 17.03.2022

Primi Ballerini ucraini e russi dai più prestigiosi teatri del mondo, danzeranno insieme sul palcoscenico del Teatro di San Carlo il prossimo lunedì 4 aprile alle ore 21 in “Ballet for peace” uno speciale un Gala di beneficenza. Con la presenza straordinaria di Anastasia Gurskaya Prima Ballerina dell’Opera di Kiev, appena fuggita dalla guerra, i ballerini condivideranno il loro talento e il loro cuore per una serata in nome della pace. Oltre alla Gurskaya si esibiranno Iana Salenko, Dinu Tamazlacrau (insieme nella foto), Kateryna Shalkina Arthur Shesterikov, Oleksandr Ryabko, Silvia Azzoni, Maria Yakovleva, Denys Cherevychko, Timofej Andrijashenko, Nicoletta Manni, Maria Kochetkova, Sebastian...

elisabetta testa / 11.03.2022

Un Teatro Nuovo gremito con applausi scroscianti ha accolto “Love Poems” e la MM Contemporary Dance Company di Michele Merola, per la seconda serata del Festival “Quelli che la danza”, giunto alla decima edizione (in apertura Abbondanza/Bertoni con “La morte e la Fanciulla”, stasera venerdi 11 marzo  Balletto Teatro di Torino con “Anemoi” di Manfredi Perego, sabato 12 marzo ARB Dance Company con “L’odore della pelle” di Niko Piscopo/“A safe place” di Adriano Bolognino e domenica 13 Movimento Danza con “Le danze pandemiche” di Gabriella Stazio). Spettacolo intenso e perfettamente rodato, “Love Poems” mette insieme tre coreografie di autori diversi:...

elisabetta testa / 09.03.2022

Sotto il titolo LOVE POEMS  la MM Contemporary Dance Company presenta al Teatro Nuovo di Napoli (ore 21.00) una serata composta da tre coreografie di grande fascino: DUETTO INOFFENSIVO di Mauro BIGONZETTI, il nuovo lavoro del coreografo spagnolo Thomas NOONE dal titolo BRUTAL LOVE POEMS, e il pluripremiato LA META’ DELL’OMBRA (nella foto di Roberto Pia), intenso brano di Michele Merola, direttore della compagnia. I tre lavori sono interpretati da 6 danzatori della MMCDC, realtà di eccellenza della danza italiana, con una consolidata attività di spettacoli su tutto il territorio nazionale. Le coreografie della serata, unite dal comune denominatore di una spiccata...

elisabetta testa / 06.03.2022

Alla bellezza abbagliante del Teatro San Carlo – “La prima impressione è di essere piovuti nel palazzo di un imperatore orientale…”scriveva Stendhal – alla consueta affettuosa accoglienza da parte del personale del lirico partenopeo, si è aggiunta la meraviglia di uno spettacolo di grande eleganza. E non poteva essere diversamente visto che i ‘Maestri del XX secolo’ sono due coreografi geniali, che hanno segnato in maniera indelebile la storia della danza: George Balanchine e Kenneth MacMillan. In scena due dei loro capolavori più celebri: “Concerto” di MacMillan sulla musica di Dmitrij Šostakovič e “Tema e Variazioni” di Balanchine su quella di...

elisabetta testa / 02.03.2022

Torna in scena dal 5 al 10 marzo Balletto del Teatro di San Carlo diretto da Clotilde Vayer con un dittico, i Maestri del XX secolo che include due coreografie novecentesche: Concerto di Kenneth MacMillan, concepita sul Concerto n.2 per pianoforte e Orchestra di Dmitrij Šostakóvič e Tema e Variazioni di George Balanchine, ideata sulla Suite per Orchestra n. 3 in sol maggiore op. 55 di Pëtr Il'ič Čajkovskij. Dirige l’Orchestra del Massimo napoletano Hilari García. Lo spettacolo sarà in scena dal 5 al 10 marzo per otto recite. La coreografia di Concerto di Kenneth MacMillan è ripresa da Julie Lincoln, i...

elisabetta testa / 15.01.2022

Con la Russia ha un lunghissimo rapporto di rispetto, passione e amore. Fin da piccolo ha subìto il fascino della grande madre Russia, e, a distanza di anni, continua a dividersi tra Napoli e San Pietroburgo. Per oltre vent’anni ballerino del Teatro San Carlo (ha lavorato con Carla Fracci, Vladimir Vasil’ev, Ekaterina Maximova, Rudol’f Nureev, Roland Petit e tanti altri ancora), Riccardo Riccardi dirige con grande impegno la sua scuola di danza “Dansemble” che ha sede a Cercola (Na). Instancabile nella promozione e divulgazione della danza russa, “la migliore al mondo”, ha tradotto e pubblicato, insieme ad Ivan Goliandin, il...

elisabetta testa / 04.01.2022

La Fondazione Teatro di San Carlo comunica che, durante i consueti controlli di routine cui viene sottoposto tutto il personale del Teatro, sono stati riscontrati nuovi casi di positività al Covid-19, per cui si è resa necessaria la cancellazione dello spettacolo di questa mattina de Il Lago dei Cigni “for families” e delle rappresentazioni del balletto in programma questa sera martedì 4 gennaio e domani mercoledì 5 gennaio 2022 alle ore 11.30 e alle ore 18. La Fondazione, scusandosi per il disagio, precisa che è possibile richiedere la riconversione o il rimborso dei biglietti entro il 30 gennaio 2022 e che coloro...

elisabetta testa / 29.12.2021

Un successo annunciato. Lunghi minuti di applausi a scena aperta, in un teatro gremito, hanno siglato il debutto de Il Lago dei cigni (nella foto di Luciano Romano), balletto-icona della danza classica, in scena al Teatro San Carlo (più bello che mai!). Al di là dello sviluppo narrativo, della costruzione coreografica, dell’epilogo tragico o dell’happy end, la musica di Pëtr Il’ič Čiajkovskij - diretta dal maestro Benjamin Shwartz - ha una forza travolgente, fortemente evocativa ed è un capolavoro assoluto che difficilmente lascia il cuore indifferente. La storia del Lago dei cigni, diversa dall’atmosfera mielata de La Bella addormentata (1890) e...

elisabetta testa / 27.12.2021

Ci siamo. Inaugurazione della Stagione di Danza 2021/2022 al Teatro San Carlo in grande stile, domani alle ore 20.00 con uno dei titoli più belli e struggenti dell’intero repertorio classico: Il Lago dei cigni (nella foto di Luciano Romano) sulla splendida musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij, nella versione coreografica di Patrice Bart, con il Corpo di Ballo al gran completo diretto da Clotilde Vayer. Nel nuovo allestimento con scene e costumi di Luisa Spinatelli (garanzia di raffinata bellezza), Patrice Bart – étoile dell’Opéra di Parigi dal 1972, assistente di Rudolf Nureyev, maître de ballet, infaticabile promotore e divulgatore della tradizione del...

elisabetta testa / 14.12.2021

Se è vero (come è vero) che l’arte è un linguaggio inclusivo con la capacità di trasmettere emozioni, è pur vero che non esiste un unico linguaggio artistico e neppure un solo codice di interpretazione. Libertà a tutta birra, dunque, sia nel creare che nel ricevere - seduti tra il pubblico – un qualunque messaggio. Nelle Danze Pandemiche di Gabriella Stazio, in scena al Teatro Sannazzaro di Napoli nell’ambito del Campania Teatro Festival 2021, ironia e pensieri profondi sono uniti in una creatività soggettiva, elemento che più di ogni altro è fortemente personale e, dunque, caratterizza l’artista. Presenza costante e determinata, combattiva...