elisabetta testa / 25.03.2016

Nato a Napoli, il 25 marzo 1769, fu tra i più grandi protagonisti della danza dell’Ottocento.Figlio d’arte, iniziò giovanissimo lo studio della danza con il padre coreografo, e lo studio della musica con lo zio, il celebre compositore Luigi Boccherini.Ballerino e coreografo, allievo di Jean Dauberval, ottenne un clamoroso successo in coppia con sua moglie, la danzatrice spagnola Maria Medina. Fu l’ideatore del coreodramma, cioè di uno spettacolo capace di fondere danza, recitazione drammatica e lavoro di regia, in cui la pantomima viene integrata alla danza e non più separata da essa - come era stato fino ad allora -...

elisabetta testa / 13.03.2016

Sono finalmente giunto a Napoli dove il Teatro San Carlo è conosciuto come il più grande teatro del mondo e, sotto molti aspetti, il primo. L’opera e il balletto sovrastano ogni altro e tutto era splendente, grande e geniale; ma guardate un po’, il re ha tagliato i fondi e ha in parte affidato la direzione ad una compagnia mercantile che senza la minima sensibilità artistica prova a convincere la gente ad abbonarsi, promettendo alcuni grandi nomi: questi arrivano, che abbiano successo o facciano fiasco non importa; si promettono tante e tante nuove opere e assolutamente nessuna opera vecchia, ma tu...

elisabetta testa / 12.03.2016

La danza contemporanea è in continua evoluzione. Seguirne il percorso è un’esperienza ogni volta diversa, non sempre entusiasmante. Non si sa quale sia il punto di arrivo, ammesso che esista, si può solo vivere l’emozione - quando c’è - ben consapevoli che il pubblico può non essere preparato a quanto accade in scena, e qualche volta può non comprendere. Certo è che l’immaginazione viaggia veloce e ognuno è libero di recepire a suo modo la potenza comunicativa della danza.La quarta edizione della rassegna “Quelli che la danza” sotto la guida di Alfredo Balsamo, direttore del Teatro Pubblico Campano con la...

elisabetta testa / 06.03.2016

Nata a San Pietroburgo il 9 marzo 1885, divenne étoile del Teatro Mariinsky per poi entrare nella compagnia dei Balletti Russi di Sergej Djagilev. Fu soprattutto grazie a lei ed al giovane Vaslav Nijinsky che i Balletti Russi ottennero i loro primi grandi successi. La sua rara intelligenza e il suo senso innato del teatro fecero di Tamara Karsavina l’interprete ideale dei balletti, a suo tempo rivoluzionari, di Mikhail Fokine (da Le spectre de la rose a Petruška da Narcisse a Jeux). Fu proprio lei che portò al successo L’Oiseau de feu che rimase poi sempre una delle sue interpretazioni predilette. Figlia del...

elisabetta testa / 03.03.2016

Cinque anni di successi in tutto il mondo. 4 continenti, 26 nazioni, 69 città, 12 lingue. Cifre da record in un’epoca in cui si fa fatica a fare arte. Il viaggio del Monologo con valigia - da un testo di (e con) Guerassim Dichliev - continua al Piccolo Bellini, domani, venerdì 4 marzo ore 21.15, forte di un consenso annunciato e accompagnato da un lungo elenco di premi vinti, dall’Italia (Premio Girulà per la migliore drammaturgia, 2008) alla Macedonia (Premio Physical Theater per il miglior spettacolo, 2009) all’Argentina (Premio per il miglior spettacolo internazionale, 2015). “E’ un nuovo viaggio tematico in...

elisabetta testa / 28.02.2016

Scintillante e pieno di temperamento, dal 6 marzo al 1 aprile torna in scena alla Scala il Don Chisciotte di Rudolf Nureyev (Alessandra Vassallo nel ruolo di Kitri nella foto di Marco Brescia) cavallo di battaglia della compagnia scaligera fin dal 1980, quando il celebre balletto entrò in repertorio proprio con Nureyev protagonista accanto a Carla Fracci. Con la sua frizzante energia, trasporterà il pubblico con freschezza, allegria e ricchezza coreografica in una Spagna affascinante, nei caldi colori dell’allestimento di Raffaele Del Savio e Anna Anni, tra danze di gitani, fandango, matadores, mulini a vento e il candore sospeso del giardino delle Driadi....

elisabetta testa / 28.02.2016

Continua il cammino inarrestabile del Teatro San Carlo, “il teatro più bello del mondo” (nella foto di Francesco Squeglia). Questi i primi dati a consuntivo della prima parte del calendario Educational 2015/ 2016, che ha portato, in 19 occasioni, tutte andate esaurite, un’affluenza che ha rasentato le 12.000 presenze. Lo Schiaccianoci (4 recite – Teatro di Corte): 1.564 persone / tutto esaurito Peter Pan (8 recite - Teatro di Corte – di cui 1 for families): 3.400 persone / tutto esaurito Concerto della memoria (1 recita - Teatro di Corte): 390 persone / tutto esaurito Proiezione Il Senso del Mattino...

elisabetta testa / 24.02.2016

Il Teatro di San Carlo ricorda i 400 anni dalla morte di William Shakespeare (1564 - 1616) 13 spettacoli: 6 di opera (Falstaff), 7 di balletto (Romeo e Giulietta), 3 recite Falstaff nel calendario educational 1 recita Falstaff for families 3 conferenze dedicate a Shakespeare Per un totale di 20 appuntamenti e ancora … … tanti gli spunti, gli incontri, gli approfondimenti in tutti i percorsi didattici da raccontare la musica a all’Opera all’Opera Lab. Il Teatro di San Carlo dedica un fitto calendario alle celebrazioni per i 400 anni dalla morte di William Shakespeare (Stratford-upon-Avon, 23 aprile 1564 – Stratford-upon-Avon, 23 aprile 1616), con due produzioni in programma nella stagione di opera...

elisabetta testa / 23.02.2016

Il 23 febbraio 1653, a Parigi, andò in scena per la prima volta il "Ballet de la nuit" considerato uno dei più rappresentativi “ballet de cour”. Diviso in quattro parti, iniziava al tramonto e durava tredici ore. Presentava figure mitologiche appartenenti al mondo della notte. Luigi XIV, non ancora quindicenne, vi interpretava diversi ruoli che culminavano nella sua apparizione nel ruolo dell’astro che illumina e feconda la terra: il sole, da cui nacque il soprannome “Re Sole”. L’imponente scenografia con le sue fantastiche macchine teatrali e i costumi di un esotismo stupefacente furono create da Giacomo Torelli, prestigioso artista della grande...

elisabetta testa / 21.02.2016

Una lunga collaborazione che dura da trent’anni. Unire le forze è certamente una carta vincente ma anche da sole non scherzano… Gabriella Stazio e Raffaella Tramontano, rispettivamente editrice e direttore responsabile del magazine “Campadidanza”, hanno un lungo passato alle spalle, la prima come coreografa e direttrice del Centro Movimento Danza - Ente di Promozione Nazionale - oltreché della omonima compagnia; la seconda, giornalista e ufficio stampa doc dal Teatro San Carlo al Napoli Teatro Festival e all’Accademia Nazionale di Danza. In occasione del primo compleanno della testata online che le vede ai vertici di una guida sicura e motivata, hanno lanciato...